biografia

Francesco Galletta

Quando l'arte determina un'intera vita

 

L'arte non è necessaria alla vita, eppure l'arte è essenziale per una vita buona, di successo e interessante. Perché l'arte ha a che fare con l'esperienza della libertà e con la possibilità di raccontare se stessi e il mondo in modi diversi, di portare qualcosa di nascosto alla luce, di dare agli altri un dono incomparabile lungo la strada. Questo crea arte in tutte le sue forme, che siano visive, arti dello spettacolo, letteratura o musica. Francesco Galletta ha conosciuto il mondo dell'arte molto presto nella sua vita e non ha più potuto  farne a meno. Da bambino, accompagnava regolarmente suo padre quando appariva nei palcoscenici di molte città italiane come cantante o presentatore. Grazie a lui, Francesco è entrato in contatto con il mondo della musica nella sua prima infanzia e ha sviluppato le sue capacità. All'età di solo quattro anni, è apparso sul palco per prima volta. Negli anni successivi ha investito tempo ed energia nel coltivare il suo amore per la musica, nel perseguire il suo talento come cantante, nel conoscere sempre meglio la scena musicale italiana e internazionale. Ha ascoltato  artisti come Elvis Presley, Paul Anka, Dean Martin e Frank Sinatra, i quali lo hanno fortemente influenzato musicalmente ed accattivato e di cui Francesco ne ha collezionato i migliori album e successi. I suoi modelli musicali comprendono anche i più famosi cantautori e cantanti italiani come Claudio Baglioni,  Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Fabrizio de Andrè e tanti altri . Per questo motivo, l'orizzonte musicale in cui Francesco si muove è molto ampio.Nell'età adulta, un'altra grande passione è stata aggiunta alla sua vita: l'arte orafa. Sempre alla ricerca dello speciale, dell’esclusività  e spinto dalla passione per le tante possibilità artistiche di questa attività e dalla curiosità per le nuove esperienze  , ha percepito  la sua professione sin dall'inizio come una vocazione e ed è così fino ad oggi. Chiunque conosca Francesco Galletta parla di una persona speciale, di un artista che lascia trasparire la sua personalità e la sua visione del mondo nel suo lavoro e nella sua musica. La sua arte è autentica e ben fondata, espressione della sua profonda esperienza di vita e del suo atteggiamento positivo. Nel 2013 si è avventurato in America. Un'importante agenzia di management americana  gli ha offerto un contratto e Francesco è volato  a Los Angeles, dove si è esibito nei club di fronte a celebrità come Silvester Stallone, Justin Bieber, Herbie Hancock, Frank Mancuso  (presidente della Paramount Pictures), Jimmy Lovine (produttore discografico di Bruse Springsteen, John Lennon, U2, Patti Smith, Simple Minds, Lady Gaga e tanti altri) Scott Baio, Paolo Sorrentino, John Kalodner ,  Jack Rapke (produttore cinematografico) e molti altri incantandoli con  la sua voce calda e coinvolgente. Oggi Francesco vive e lavora a Francoforte sul Meno. Di tanto in tanto, la gente gli chiede: "Non ti manca il calore della California e i colori dell'Italia?" Risponde Francesco con calma, "Quando portiamo calore e colore nei nostri cuori, il sole può brillare ogni giorno e il mondo può essere colorato ovunque ... non importa dove ti trovi ".

 

 


Video / Musica

Blog

Galleria